Oh povera postura! :-(

Molte tra le problematiche che ci affliggono sono peggiorate, o addirittura causate, dall’abitudine a mantenere una postura accasciata. Vediamo che cosa succede al nostro sistema psico-fisico quando la nostra posizione non rispetta l’allineamento corretto:

  • Testa spostata in avanti (tra le cause: miopia, uso continuo di smartphone e tablet) = cervicalgia, emicrania
  • Cifosi delle spalle e dorsale (tendenza ad ingobbirsi dovuta alla sedentarietà e al lavoro d’ufficio) =compressione del diaframma, problemi respiratori, problemi cardiaci, scarsa ossigenazione a tutti i tessuti (cervello compreso!), difficoltà digestive (stomaco e fegato vengono schiacciati), costipazione intestinale

A partire da questi due atteggiamenti posturali viziati spesso si produce:

  • Eccessiva pressione sulle vertebre lombari = lombalgia, sciatalgia
  • Il peso viene scaricato tutto sulle ginocchia = problemi articolari
  • La pianta dei piedi rimane costantemente contratta = fascite plantare
  • Sistema nervoso irritato = ansia

All’opposto una postura corretta ci regala più ossigeno e più vitalità. Il sistema nervoso è rilassato e la mente è calma = benessere assicurato!

La consapevolezza ha un nome: Propriocezione!

La propriocezione è la capacità di percepire il proprio corpo nello spazio. Anche a occhi chiusi.
E’ un vero e proprio senso che informa l’organismo non solo sulla posizione del corpo, ma anche sullo stato di contrazione dei muscoli. Quest’ultimo aspetto è forse il più interessante dal punto di vista del nostro benessere psico-fisico. Grazie alla consapevolezza propriocettiva infatti siamo in grado di notare i muscoli contratti inutilmente (ad es. lingua, collo, muscoli facciali). Solo prendendone coscienza, avremo la possibilità di scioglierne le tensioni.
La mancanza di propriocezione è invece all’origine di cattive posture e movimenti disfunzionali nello sport e in tutte le nostre attività quotidiane.

L’organo della sensibilità propriocettiva è la Fascia. Il sistema connettivo del nostro corpo ci protegge quindi da posizioni o da movimenti potenzialmente dannosi.

Ecco perchè occorre fare allenamento mio-fasciale e, naturalmente, tornare ad ascoltare il corpo!